09/11/2021
Monica Martinelli vince la «Donna di genio» del 2021
Il concorso «Donna di genio», indetto da Terziario Donna Confcommercio Pesaro e Urbino, si propone di valorizzare le idee delle donne che si concretizzano in attività, imprese e progetti. Lo scopo è premiare le donne di genio che si sono distinte nella realizzazione di imprese innovative in diversi settori: commercio e tecnologia, ristorazione e agroalimentare, salute e bellezza, turismo e cultura. Nella giornata di ieri, lunedì 8 novembre, presso la sede di Confcommercio di Pesaro, sono stati assegnati i diplomi di partecipazione alle concorrenti selezionate dalla giuria, con la premiazione finale della vincitrice.
Monica Martinelli è stata premiata con un’opera realizzata dall’artista Maria Starace – la prima classificata della mostra «Tra il dire e il mare», recentemente organizzata da Terziario donna – che si è trasformata in un foulard.
La giuria era composta da: Patrizia Caimi (presidente Td), Agnese Trufelli (vicedirettrice Confcommercio), Francesca Frenquellucci (assessora all’Innovazione Comune di Pesaro), Nadia Pezzini e Adele Cerisoli (consigliere Terziario Donna Pesaro Urbino) e Emanuela Rossi (direttrice Rossini TV). Le partecipanti che sono state selezionate in finale, lavorano in diversi ambienti: dall’enogastronomia all’orto sociale culturale, dalla parafarmacia olistica all’attività fisica e nutrizionale. Ma l’edizione di quest’anno ha premiato un progetto editoriale con queste parole:

«Socialmente rilevante e innovativa l’idea di produrre una letteratura destinata a bambini e ragazzi e dedicata alla prevenzione della discriminazione e della violenza di genere».

E noi aggiungiamo: una letteratura destinata a tutte le persone che non sempre si trovano rappresentate nelle storie. Il problema comincia dagli albi illustrati, che storicamente hanno riprodotto una narrazione dominante limitata da una prospettiva maschiocentrica, bianca, eteronormativa, abilista, occidentale ed esclusiva. Settenove propone invece una letteratura inclusiva e intersezionale, femminista e politica, con l’obiettivo di prevenire la discriminazione e la violenza di genere. Alla fine, Settenove cerca di riconoscere l’esistenza di altri modi di stare al mondo, accompagnando per mano bambini e bambine con letture che li guidino verso la diversità, la libertà e la felicità.
Qui una breve intervista a Monica Martinelli da parte di Rossini TV.
Redazione web